Non è legalmente e moralmente accettabile che il padre di un candidato sia presidente del seggio

Decollatura, Giovedì 07 Giugno 2018 - 12:06 di Mario Perri

Candidati e promotori delle liste ritengono inopportuna la presidenza del seggio da parte del padre di un candidato consigliere della lista Decollatura Rinasci.

C’è un obbligo di astensione – puntualizza l’architetto Mario Perri promotore e candidato della Lista Unica- che il Presidente del seggio, che riveste la qualifica di pubblico ufficiale in tale occasione, deve rispettare. In aggiunta all’obbligo c’è una questione morale ed etica che dovrebbe indurre la persona interessata al passo indietro, anche per evitare ulteriori polemiche e strascici che non fanno assolutamente bene a Decollatura.

Gli altri candidati, anche se con diverse sfumature,  sono  concordi  nella richiesta di astensione per opportunità, anche se sono convinti che il voto libero dei decollaturesi sceglierà liberamente il Sindaco per i prossimi cinque anni.    



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code