Veleni, ricatti e ripicche nel crepuscolo di Decollatura Viva

Decollatura, Martedì 28 Marzo 2017 - 12:50 di Mario Perri

 Questa sera, alle ore 19,30, si riunirà il Consiglio Comunale con all’ordine del giorno l’approvazione del Bilancio di Previsione 2017. La riunione è particolarmente attesa perché si immagina che possa concludersi la telenovela amministrativa, iniziata con le dimissioni dei quattro assessori per motivi ancora ignoti ai cittadini ed anche ai consiglieri comunali.

L’ex maggioranza di Decollatura Viva, secondo le ultime indiscrezioni, nella votazione del Bilancio dovrebbe esprimere cinque voti a favore (il Sindaco, Ivan Gallo, Francesco Bonacci, Francesco Gigliotti e Claudio Volpe) e quattro astensioni, mentre le minoranze oscillano fra l’astensione e il voto contrario.

Se la votazione dovesse finire in questo modo il Sindaco dovrebbe prendere atto della dissoluzione della gioiosa brigata della vittoria del giugno scorso e trarre tutte le conseguenze politiche.

Per capire meglio la situazione abbiamo sentito l’architetto Perri, capogruppo di Paese Mio, che così ha risposto:

D- a bruciapelo…quale è la sua posizione?

R- io penso che i nove di Decollatura Viva abbiano il dovere di approvare insieme il Bilancio e realizzare il programma che gli elettori hanno approvato dando loro la vittoria. Io non auspico commissariamenti e spero che questa sera i due tronconi trovino un accordo sulle cose serie e di interesse dei cittadini, e non sugli interessi particolari di alcuni, e provvedano ad avviare, dopo ben nove mesi, l’attività amministrativa. Per quanto mi riguarda il voto mio sarà di astensione perché non sono andato neanche a prendere visione degli atti del consiglio e delle carte contabili che a mio giudizio sono inattendibili.

D – quindi non è vero che lei potrebbe sostenere con il suo voto la Sindaca?

R – io sono minoranza e voglio fare l’amministratore del comune, nel ruolo che gli elettori mi hanno assegnato, per i cinque anni del mandato: il mio compito è di controllare l’operato della maggioranza e di presentare proposte nell’interesse dei cittadini. Non partecipo a complotti per far cadere la Sindaca e neanche ad inciuci per mantenerla in carica;

D – ma secondo lei  cosa dovrebbe fare la sindaca nell’ipotesi di una votazione del Bilancio con soli 5 voti favorevoli e quattro astensioni, o voto contrario, dei suoi ex assessori?

R – dovrebbe prendere atto della fine della sua maggioranza e del fallimento politico dell’esperienza amministrativa della lista Decollatura Viva;

D – e quindi scioglimento del Consiglio Comunale?

R – assolutamente no perché una cosa è il fallimento politico dell’esperienza di Decollatura Viva ed una cosa è la continuazione dell’attività del consiglio comunale. Io ritengo che dopo la declaratoria della fine dell’ex maggioranza di Decollatura Viva, che deve essere chiara ed esplicita in Consiglio, il Sindaco ha il dovere, per evitare un anno di commissariamento, di proporre a tutti i consiglieri un elenco di cose concrete da fare entro la fine del mese di gennaio (termine ultimo per sciogliere il Consiglio e votare nella primavera 2018) e chiedere loro un mandato a termine;

D – Lei è disponibile a conferire questo mandato a termine ad un Sindaco in minoranza?

R – Io penso che un pessimo Sindaco è da preferire al migliore commissario. Pero la disponibilità è condizionata ad un cambiamento nei metodi gestionali che dovranno essere assolutamente trasparenti;  

D- Ma è ipotizzabile una gestione allargata con l’obiettivo di portare avanti l’intera legislatura?

R – in teoria è ipotizzabile … in pratica la vedo quasi impossibile perché la Sindaca, dopo cinque anni di cogestione amministrativa confusa, illegale ed al di fuori delle regole, è condizionata e non potrà assecondare la voglia di cambiamento, espressa con forza dai cittadini e recepita dai gruppi di minoranza;



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code