"Sindrome da Precariato" è stato il tema del convegno di ieri a Roma presso la Camera dei Deputati

Decollatura, Martedì 28 Febbraio 2017 - 10:28 di Mario Perri

Ieri alle ore 15, presso la Sala Aldo Moro di Palazzo Montecitorio si è svolto il convegno "Diagnosi: sindrome da precariato", promosso dal dipartimento nazionale politiche del lavoro e sindacali di Forza Italia.

Il vice Presidente della Camera dei Deputati, On. Simone Baldelli, ha aperto il convegno Sindrome da Precariato: “Se domandate agli esponenti politici qual è la differenza tra la flessibilità e il precariato vi risponderanno che la flessibilità  è data dalle iniziative parlamentari messe in campo da loro e il precariato invece è causato dalle proposte dei loro avversari politici. Non entro in questo gioco ma dico che probabilmente il tema del precariato oltrepassa il discorso, il confronto duro sul tema dei contratti di lavoro. La flessibilità viene immaginata come una alternativa al mercato nero non al posto fisso”.

Il ott. Gianni Bocchieri invece ha raccontato cosa fa la Regione Lombardia sul fronte delle politiche attive: “Da noi le cosiddette politiche attive, ossia tutte quelle misure volte alla formazione prima e all’accompagnamento al mondo del lavoro dopo, si rivolgono a tutti a prescindere se i destinatari sono titolari di Naspi o meno. Su lavoro non viene fatta nessuna distinzione”. Così come sull’alternanza scuola – lavoro, per cui la Lombardia è considerata una Regione all’avanguardia, anche sulle politiche attive c’è l’obiettivo di poter esportare il modello lombardo in tutto Il Paese.

Il prof. Aldo Morrone, Presidente di Ime, ha esposto una interessante relazione sul tema della correlazione tra il lavoro e la salute. Sono i poveri e i disoccupati che rischiano di avere un margine di vita più basso rispetto alle altre categorie di persone. Gli stimoli che sono pervenuti dallo studio presentato dal prof. Morrone sono fondamentali per comprendere due aspetti in particolare: la perdita del posto puó essere considerata da alcuni come una forma di lutto ed è sempre più attuale l’allarme della scarsa partecipazione femminile al mondo del lavoro, in controtendenza da troppo rispetto agli altri Paesi europei.

Il coordinatore del Dipartimento Politiche per il sud di Forza Italia, prof. Severino Nappi, ha fatto invece riferimento alla vertenza Almaviva che ha interessato e intyeressa tuttora l’impresa di Napoli. Ebbene il call center è uno di quesi settori al limite, specchio della nostra incapacità di mantenere ben saldi i confini nazionali del lavoro.  E’ necessario mettere le nostre imprese nelle condizioni di competere lealmente e non di gettarle all’interno di un mercato già fortemente aggredito dalla delocalizzazione, che per dirla con il collega On. Damiano, è tra gli aspetti più negativi della globalizzazione.  Molti degli aspetti di cui abbiamo parlato a #sindromeprecariato sono anche tra le conseguenze innescate da un mondo della rappresentanza incapace di intercettare le attuali sfide legate al mondo del lavoro.

Il lungo intervento del Presidente della commissione Lavoro Pubblico e Privato della Camera, si può sintetizzare in una frase: “E’ ora – ha detto il deputato del Pd – che sia la destra che la sinistra riflettano sulla globalizzazione liberista, anche perchè il capitalismo digitale non bisogna interpretarlo come una evoluzione ma una rivoluzione”.

Angela Perri, coordinatrice di Forza Italia a Decolla tura, dopo l’incontro, a cui ha partecipato  insieme ad una folta delegazione della Confederazione ES.A.AR.CO., ha sottolineato che " l’incontro è stato particolarmente significativo per il tema trattato, di particolare importanza per i giovani ed anche per tutti i lavoratori,  e per la consapevolezza, che trapelava dagli interventi di persone di idee politiche diverse,  del fallimento del Job Act e dell’urgenza di mettere in atto nuove politiche per l’occupazione."



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code