Ma è vero che i quattro vogliono cacciare anche il presidente del Consiglio Comunale di Decollatura?

Decollatura, Venerdì 06 Gennaio 2017 - 17:38 di Mario Perri

Si svolgerà domattina alle 11 l’incontro richiesto al Sindaco dai quattro ex assessori dimissionari: nel corso della riunione dovrebbe essere presentato un documento con “le condizioni” per il prosieguo della collaborazione amministrativa.

A proposito del diktat, che sarà posto al sindaco, sembra sicura la richiesta di “cacciata” del segretario comunale ed anche del Presidente del Consiglio Comunale nonché altre richieste varie delle quali si è parlato in lungo ed in largo in paese nell’ultimo mese.

Se mai i quattro dovessero avere concepito l’idea di “cacciare” il Presidente del Consiglio – dichiara l’Architetto Perri leader di Paese Mio – saremmo in presenza di un atto irrispettoso e lesivo dell’autonomia  dell’Organo sovrano del Comune (Il  Presidente Bonacci è stato eletto all’unanimità da tutti i consiglieri ed i  questo sei mesi ha assolto al suo ruolo con competenza e alto senso istituzionale del ruolo ricoperto. Un ottimo presidente non può essere “cacciato” per le eventuali esigenze di visibilità di qualcuno che attualmente ha messo in atto comportamenti indegni di un consigliere comunale.

La richiesta di “cacciata” del Segretario Comunale è un atto di grave scorrettezza istituzionale (la nomina del segretario e la sua revoca sono di esclusiva competenza del Sindaco) che mira a limitare il potere decisionale del Sindaco Cardamone a vantaggio di una gestione collegiale assolutamente non prevista dalla legge.  

Se la richiesta della “cacciata” del segretario dovesse essere accettata non ci sono dubbi che verrebbe a concretizzarsi un grave reato di abuso di ufficio.

Per quanto riguarda l’incontro di domani alle 11 – conclude il rappresentante di Paese Mio– noi ci auguriamo che Il Sindaco ed i quattro ribelli riescano a trovare un accordo perché è troppo facile fuggire dopo aver combinato una serie di guai amministrativi prima e dopo le elezioni: è necessario che i consiglieri di Decollatura Viva si assumano tutte le responsabilità e restino in Consiglio a lavorare per risolvere i problemi del paese.

E’ chiaro però che il Movimento paese Mio vigilerà affinchè le “proposte indecenti” e le gestioni fuori legge, delle quali si è parlato molto in paese nell’ultimo mese, non trovino spazio nella futura gestione del comune: in particolare appalti, subappalti più o meno leciti ed incarichi saranno monitorati e portati all’attenzione dei cittadini e del Prefetto.



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code